Saper e poter volare

Saper e poter volare
*Sono nata il 7 agosto 2007*

Official Linden Blog

SL***********************Blog*X*golB di ELEONORA PORTA Headline Animator

FB

Condividi

giovedì 6 marzo 2008

La scuola nel mondo:SPAGNA



6 marzo, alle 22 - tavola rotonda
La Scuola nel Mondo
Secondo Incontro
Le buone pratiche
Il sistema scolastico spagnolo
--------------------------------------
7 marzo, alle 21,15 - tavola rotonda

In diretta video anche su Web TV
http://ustream.tv/channel/anitel-learning
Sei invitato a partecipare all'evento
--------------------------------------
****************************************
La riforma LOGSE
Aspetti generali
La Ley Organica de Ordenacion General del Systema Educativo, conosciuta come legge LOGSE, nata il 3/10/90, costituisce uno dei più recenti interventi organici sul sistema scolastico di un paese occidentale. La Spagna, che fino al 1970 aveva l'obbligo scolastico a 12 anni, realizza prima il passaggio a 14 e poi a 16 portandosi così' a livello dei paesi più avanzati d'Europa.

sruttura della scuola spagnola
Educazione Infantile da 0 a 3 anni
da 3 a 6 anni
Educazione primaria da 6 a 8 anni
da 8 a 10 anni
da 10 a 12 anni
Educazione secondaria obbligatoria da 12 a 14 anni
da 14 a 16 anni
Educazione media superiore da 16 a 18 anni
Formazione professionale di grado medio da 16 a 18 anni
Formazione professionale superiore 1 o 2 anni
Educazione Universitaria
******************************************
'Educazione Primaria è obbligatoria e gratuita e comprende sei corsi che si sviluppano dai 6 ai 12 anni di età.

Obiettivi
Conoscere e apprezzare il proprio corpo e contribuire al suo sviluppo, adottando comportamenti positivi per la salute e il benessere e valutando le ripercussione che determinati comportamenti possono avere sulla salute e sulla qualità della vita.
Operare con autonomia nelle attività abituali e nelle relazioni di gruppo, sviluppando le possibilità di prendere iniziative e di stabilire relazioni affettive.
Collaborare alla progettazione e realizzazione delle attività di gruppo, accettare le regole che democraticamente si stabiliscono, rispettando i differenti punti di vista e assumendo le proprie responsabilità.
Stabilire equilibrate relazioni, solidali e costruttive, con le persone nelle distinte situazioni sociali. Comprendere e stabilire relazioni tra fatti e fenomeni naturali e sociali, contribuire attivamente alla difesa, conservazione e miglioramento dell'ambiente.
Conoscere e apprezzare gli elementi di base del patrimonio naturale, culturale e storico della propria Autonomia Regionale e contribuire alla sua conservazione e miglioramento.
Conoscere e apprezzare gli elementi di base del patrimonio culturale, contribuire alla sua conservazione e miglioramento, rispettare le diversità linguistiche e culturali, nonché‚ i diritti dei popoli e degli individui, sviluppando un'attitudine di interesse e rispetto nell'esercizio di questi diritti.
Comprendere ed esprimersi sia oralmente che per iscritto nella lingua castigliana nelle varie intenzioni e nei vari contesti della comunicazione, ponendo attenzione alla peculiarità del "parlato" della propria autonomia regionale.
Comprendere ed esprimersi sia oralmente che per iscritto in una lingua straniera.
Comunicare attraverso i mezzi di espressione verbale, corporee, visiva, plastica, musicale e matematica sviluppando la sensibiltà estetica, la creatività e la capacità per apprezzare le opere e le manifestazioni artistiche.
Identificare, impostare e cercare di trovare risposte ad interrogativi e problemi a partire dall'esperienza quotidiana, utilizzando diverse fonti di informazione, conoscenze e materiali disponibili, nonché‚ ricorrendo alla collaborazione di altre persone per risolverli in modo creativo.
Apprezzare l'importanza dei valori di base che regolano la vita e la convivenza umana ed operare in accordo con essi.
Aree
Le aree disciplinari dell'Educazione Primaria sono:
Conoscenza del Mondo Naturale, Sociale e Culturale
Educazione Artistica
Lingua Castigliana e letteratura
Lingua Straniera
Matematica

Metodologia
La metodologia didattica mira allo sviluppo dell'alunno, integrando le sue esperienze e apprendimenti. L'insegnamento sarà individualizzato, per adattarsi ai diversi ritmi di apprendimento. La valutazione dei processi di apprendimento sarà continua e globale.
****************************************
Educazione Secondaria Obbligatoria (E.S.O.)
L'Educazione Secondaria Obbligatoria completa l'insegnamento di base e si sviluppa in 4 corsi, normalmente dai 12 ai 16 anni di età.

Le caratteristiche
E' obbligatoria e gratuita per tutti i giovani dai 12 ai 16 anni. Amplia la scolarizzazione in modo da far coincidere la fine della scuola obbligatoria con l'età minima, per immettersi nel mondo del lavoro prevista dalla legge. E' unica perché vuole dare a tutti gli alunni, maschi e femmine, gli stessi obiettivi e sviluppare le stesse capacità. E' flessibile, pluralista, pone l'attenzione sulla diversità, perché tiene conto del vissuto e si adatta alle caratteristiche proprie di ognuno e, di conseguenza, alle necessita' educative degli alunni.
Le finalità
capire ed esprimersi correttamente nella lingua castigliana e nella lingua ufficiale propria di ogni Comunità Autonoma, comprendere testi e messaggi completi, sia orali che scritti; capire una lingua straniera ed esprimersi in maniera adatta; utilizzare con senso critico i diversi contenuti e le fonti di informazione, e acquisire autonomamente nuove conoscenze; agire con spirito di cooperazione, responsabilità morale, solidarietà e tolleranza, rispettando il principio della non discriminazione fra le persone; conoscere, valutare e rispettare i beni artistici e culturali; analizzare i principali fattori che influiscono nei fatti sociali e conoscere le leggi basilari della natura; intendere la dimensione pratica delle conoscenze acquisite e acquisire una preparazione fondamentale nell'ambito della tecnologia; conoscere credenze, atteggiamenti e valori profondi della tradizione e del patrimonio culturale, valutarli criticamente e scegliere quelle opzioni che favoriscano lo sviluppo integrale della persona; valutare con spirito critico le abitudini sociali che riguardano la salute, il consumo e il medio ambiente; conoscere l'ambiente sociale, naturale e culturale nel quale si svolgono e utilizzarli come strumento di formazione; utilizzare l'educazione fisica e lo sport allo scopo di favorire lo sviluppo personale.
Cosa apprendono gli alunni
Le conoscenze di base funzionali a se stessi, al mondo che li circonda e alla vita. Apprendono a: Pensare Studiare Individuare e utilizzare le informazioni Creare Ricercare (approfondire autonomamente la conoscenza) Apprendono a svilupparsi come: Persone, con autonomia e valori propri della cultura di appartenenza. Cittadini, con rispetto degli altri, con solidarietà e senso civico.
Come apprendono gli alunni
Si favoriranno le capacita' di apprendere per se stesso e per lavorare in équipe.
L'esigenza di adattare l'intervento educativo alle differenti necessita' degli alunni comporta, da un lato, un intervento personalizzato, dall'altro un'adatta organizzazione del lavoro in aula.
Si porrà attenzione agli alunni con particolari esigenze educative.

Per facilitare il raggiungimento degli obiettivi da parte degli alunni con particolari esigenze educative, l'ESO ricorre a misure straordinarie, che consistono in un programma di adattamento individuale del curricolo e in un programma di diversificazione del curricolo. In tutti e due i casi si introducono importanti modifiche al curricolo ordinario ( maggiori per la diversificazione curricolare) con l'obiettivo di facilitare il conseguimento degli obiettivi generali e il titolo corrispondente.

Valutazione dell'apprendimento
Seguendo continuamente tutto il processo insegnamento-apprendimento. Tenendo conto non solo del rendimento propriamente cognitivo, ma anche delle capacita' e attitudini che si sviluppano nel campo affettivo, delle relazioni personali, dell'inserimento sociale, ecc.. Adeguando i contenuti, la metodologia, i mezzi e le attività alle caratteristiche degli alunni e ai loro ritmi di apprendimento. Con l'obiettivo di orientare gli alunni. Come si struttura In due cicli di due corsi cadauno: Il ciclo 12-14, che comprende i corsi 1° e 2°. Il ciclo 14-16, che comprende i corsi 3° e 4°.
Gli insegnamenti si ripartiscono per aree di conoscenze obbligatorie per tutti gli alunni.
Accanto alle aree obbligatorie gli alunni frequenteranno materie a loro scelta che avranno un peso crescente col passare dei corsi.
Congiuntamente alle materie facoltative gli alunni del 4° corso riceveranno 2 ore settimanali della materia : Vita Morale e Riflessione Etica.
Infine, agli alunni che lo desiderano, si offre la possibilità di frequentare, d
urante tutti i corsi, l'insegnamento religioso.

Titolo finale
Alla fine dell'Educazione Secondaria Obbligatoria l'alunno potrà trovarsi in due situazioni:
Ha conseguito il titolo di Graduato in Educazione Secondaria, e questo avviene se ha raggiunto tutti gli obiettivi previsti. Non ha conseguito il titolo di Graduato. In questo caso egli riceverà un certificato dalla scuola che attesta gli anni frequentati e i risultati raggiunti nelle singole aree disciplinari. Questa certificazione sarà accompagnata da un orientamento sul futuro professionale e scolastico che in nessun caso è prescrittivo, ma semplicemente è da intendersi come un consiglio orientativo. Egli potrà frequentare un corso della "Garanzia Sociale", di durata di un anno, per prepararsi al mondo del lavoro. Oppure se ha superato i 17 anni può frequentare la Scuola per l'Educazione permanente degli Adulti e lì provare a prendere il titolo di graduato ESO.
********************************************************************************
Cosa c'è dopo la ESO _
scuola secondaria obbligatoria
Gli alunni che raggiungeranno il titolo di Graduato in Educazione Secondaria potranno accedere:

Bachillerato (Liceo)
Formazione Professionale di Grado Medio
Coloro che non raggiungono il Titolo di graduato ESO frequentano per un anno un corso di Garanzia Sociale.
Questo corso serve a preparare l'inserimento nel mondo del lavoro.
Superati i 17 anni si può accedere alla possibilità di prendere il titolo ESO frequentando la Scuola di Formazione Permanente per gli Adulti.
**********************************************************************************
Bachillerato
Come si accede Possono accedere al Bachillerato gli studenti che hanno i seguenti requisiti:
possesso del titolo di graduato ESO; superamento degli studi del primo ciclo della riforma; possesso del titolo di Tecnico Ausiliario della FP I superamento del 2° corso BUP; superamento dei corsi comuni di studi dell'Arte Applicata (come gli Istituti d'arte in Italia). Titolo finale Alla fine del Bachillerato si consegue il titolo di Bachiller.

Se non si consegue questo titolo è possibile, attraverso l'INBAS (Istituto nazionale bachiellerato statale), prepararsi per conseguirlo.

Accesso all'Università
Per accedere all'Università è necessario possedere il titolo di Bachiller e superare la prova di accesso corrispondente.

Lo stesso avviene per il Grado Superiore di Musica, Danza e Arte Drammatica che sono equivalenti al titolo universitario.

Possedendo il titolo di Tecnico Superiore della FP, è possibile accedere ad alcuni studi universitari che sono la naturale continuazione della specializzazione frequentata nella FP.
Per alcune modalità degli studi di Arte Plastica (come Conservazione e Restauro) e disegno, essendo considerati come studi di diploma universitario, sarà richiesto il titolo di Bachiller e superare la prova di ingresso specifica.

Infine, è possibile sottoporsi alla prova di ingresso anche se non è stato conseguito alcun titolo di studio di grado superiore.
Infatti, se si hanno 25 anni e più, ci si può sottoporre alle prove per frequentare l'Università.
E' ovvio che la prova in questo caso è più impegnativa perché tiene conto del curricolo scolastico (mancante) dello studente.
Ci sono corsi di educazione a distanza (http://www.uned.es/) che aiutano gli studenti che si trovano in questa situazione.
************************************************************************************
Formazione professionale

La Formazione Professionale è un insieme di insegnamento che, all'interno della LOGSE, realizza una formazione qualificata per le distinte professioni.
La finalità della FP è preparare gli studenti per le attività in campo professionale.

Le caratteristiche una formazione polivalente tale da rendere il giovane la capacità di adattarsi alle trasformazioni del lavoro che possono prodursi nell'arco della sua vita; comprende sia la formazione professionale di base che quella media e di grado superiore; continua la formazione di base a carattere professionale recepita dagli studenti durante la ESO e il Bachillerato; contribuisce alla formazione permanente del cittadino e tiene conto della domanda di qualificazione proveniente dal sistema produttivo; promuove l'acquisizione e l'integrazione di differenti tipi di contenuti: scientifici, tecnologici, organizzativi; favorisce la capacità di apprendere da solo e quella di lavorare in équipe.

I Livelli Ciclo Formativo di Grado Medio Ciclo Formativo di Grado Superiore GRADO MEDIO Costituisce uno strumento per l'inserimento nel lavoro e per la formazione permanente delle professioni delle distinte specializzazioni. Dura 1 o 2 anni.

Comprende due tipi di insegnamento:
moduli professionali impartiti nei Centri educativi. I moduli sono di 3 tipi: moduli professionali insieme alle competenze moduli professionali socio-economici moduli professionali integrati moduli professionali di formazione in pratica di imprese, realizzati nei centri di lavoro. Come si accede Possono accedere coloro che: possiedono il titolo di Graduato ESO. hanno frequentato l'ESO ma non possiedono il titolo di Graduato. In questo caso devono superare una prova di ingresso. hanno più di 17 anni. Anche in questo caso devono superare una prova d'ingresso. Titolo Finale Coloro che hanno frequentato la FP di GM ricevono il titolo di Tecnico con la corrispondente specificazione. Con questo titolo si può accedere al mondo del lavoro e alla "modalità di Bachillerato" corrispondente alla specializzazione indicata nel titolo.

GRADO SUPERIORE
Costituisce uno strumento per l'inserimento nel mondo del lavoro, per la formazione permanente della professionalità delle distinte specializzazioni e per l'accesso agli studi universitari. Dura 1 o 2 anni.
Comprende due tipi di insegnamento:
moduli professionali impartiti nei Centri educativi. I moduli sono di 3 tipi: moduli professionali insieme alle competenze; moduli professionali socio economici; moduli professionali integrati. moduli professionali di formazione in pratica di imprese, realizzati nei centri di lavoro.
Come si accede
Possono accedere coloro che: hanno frequentato il bachillerato. Per alcuni cicli formativi è necessario aver frequentato alcune materie specifiche. hanno più di 20 anni. In questo caso è necessario superare una prova specifica d'ingresso. Titolo Finale Coloro che hanno frequentato con esito positivo la PF di GS riceveranno il titolo di Tecnico Superiore con la corrispondente specializzazione. Con questo titolo si accede al mondo del lavoro e agli studi universitari.
____________________________________________________________________
La relazione di Lisa e tutto l'incontro è stato trasmesso in diretta dalla webTv di ANITEL
e..stranamente...io non potevo parlare al microfono.......la solita mancanza di democrazia...motivata da problemi tecnici
....................................................ma SL è super democratica
W la vera scuola del futuro!
La libertà dell'apprendimento e dell'insegnamento verrà dal basso e da SL!

Nessun commento:

Posta un commento

twitter

slideshow del primo anno in SL 7 agosto 2007 - 8/8/08

calendario

Il calendario di Eleonora