Saper e poter volare

Saper e poter volare
*Sono nata il 7 agosto 2007*

Official Linden Blog

SL***********************Blog*X*golB di ELEONORA PORTA Headline Animator

FB

Condividi

martedì 31 marzo 2009

E dopo SL e FB tutti pazzi per twitter

(articolo su mytech)

Twitter, tre mesi di hype inarrestabile
microblogging twitter
Scritto da Guglielmo Rubini
Cronologia ragionata dell’interesse scatenato da Twitter negli ultimi mesi. E’ uno strumento destinato a cambiarci la vita o solo il nuovo Second Life?


Esther Addley ha pubblicato un documentato post su The Guardian in cui cerca di ricostruire i motivi per cui, all’improvviso, Twitter sta riscuotendo tanto interesse da parte di utenti e media. E si chiede se il servizio di microblogging diventerà davvero “la coscienza del pianeta” in tempo reale, o è soltanto “il Facebook di quest’anno“.Certo è che fino a pochi mesi fa Twitter era ancora uno strumento di nicchia. Mentre ora la stampa (ma anche le celebrità, le aziende, i politici) ci si stanno fiondando improvvisamente.Ecco la cronologia di The Guardian, integrata con alcuni eventi italiani e internazionali selezionati da noi:

1) TWEET DI MASSA
Ammarraggio dell’aereo a New York annunciato a mezzo tweet: qui si aprono le porte del mainstream; migliaia di persone “scoprono” per la prima volta il servizio di Evan Williams, complice anche l’attore Stephen Fry che nel frattempo è diventato un evangelista del microblogging , oltre che dichiarato tweetaholic (con oltre 350.000 followers).
2) STAR-SYSTEM
Proprio lo sbarco delle celebrities è il secondo momento in cui l’hype si consolida. The Times ha raccolto in una classifica i top-50, tra cui la solita Britney Spears e l’insospettabile David Lynch. Da vedere questo articolo provocatorio del NYTimes: con tutte le star che stanno colonizzando i media sociali, si aprono le porte del ghost-twittering.
3) POLITICA
Dopo le celebrities, potevano mancare mai i politici? Ovvio che no: Barack Obama ha rilanciato il suo account (che era stato abbandonato dopo l’elezione). Hanno fatto parlare molto, poi, i senatori e deputati (circa 70, come sottolinea questo articolo) che hanno raccontato l’insediamento attraverso i tweet. In Italia, il neonato Popolo delle Libertà ha da poco aperto il canale ufficiale del Governo Berlusconi. In tutto ciò sono subito scattati gli account-fake, come quello del Dalai Lama.
4) GIORNALISMO
Infine, a chiudere il cerchio, sono arrivati anche i giornalisti. Molti avevano già sperimentato Twitter per raccontare le primarie per la presidenza negli Stati Uniti (e l’International Herald Tribune parlò subito di nascita del microgiornalismo ). Poi, ci sono stati gli attentati a Mumbai e, soprattutto, i tweet in esclusiva dalla Striscia di Gaza da parte di Al Jazeera. Ma solo di recente c’è stato il boom come dimostra l’arrivo del “primo corrispondente da Twitter ” di SkyNews. Ma anche Repubblica.it che decide di raccontare il congresso del Pdl via Twitter.
5) E QUINDI?
Come spiegare tanto interesse esploso a tre anni di distanza dal lancio del servizio? E’ il solito ciclo dell’hype che ha toccato prima i blog, poi Second Life, Facebook e ora il servizio di Evan Williams? E, magari, nel giro di qualche mese è destinato a sgonfiarsi così come è esploso?In tutto ciò è bene ricordare, come fa il suo stesso fondatore, che la strada perché Twitter diventi di massa è ancora lunga: al pari di Second Life non è certo uno strumento alla portata di chiunque. E poi molto dipende da quanto Facebook tenterà l’assalto al mondo del microblogging. Fermo restando che, per ora, i due modelli di relazione restano molto diversi, come mette in luce Bokardo in questo interessante post.

Nessun commento:

Posta un commento

twitter

slideshow del primo anno in SL 7 agosto 2007 - 8/8/08

calendario

Il calendario di Eleonora